Vincent Van Gogh

Da Incel Wiki Italiana.
Van Gogh

Vincent van Gogh è stato un pittore e protocel post-impressionista le cui opere d'arte sono state tra le opere d'arte più influenti di tutta la storia.

È diventato famoso solo dopo la sua morte. Era intelligente e riservato. Era amico di un altro famoso pittore incel: Henri de Toulouse-Lautrec.

Notoriamente ha scritto:

Non posso vivere senza amore, senza una donna

e i rifiuti seriali che subiva hanno spezzato il suo cuore e alla fine la sua mente, il suo spirito e la sua vita.

Interazioni con le donne[modifica]

Si innamorò perdutamente della figlia della sua padrona di casa: Eugenie Loyer, e fu rifiutato[1]

Vincent era ossessionato dalla perdita della verginità, a cominciare dalla sua verginità:

Diceva "L'animale deve uscire, poi l'angelo può entrare"[2]

Ha perso la verginità con una prostituta londinese, Van Gogh ha affermato che le prostitute sono donne che amano davvero.[3]

Si propose poi a sua cugina (le partnership tra cugine non erano insolite all'epoca) di nome Kee Vos. Kee ha risposto "Giammai".[4]

Ha poi avuto una relazione con la prostituta Clasina “Sien” Hoornik, che ha dato alla luce un bambino, ma non si sa se fosse di Vincent.

Vincent alla fine ha avuto una relazione con una vicina non prostituta di nome Margot Begemann, ma la sua famiglia ha rifiutato Vincent e gli hanno proibito di fargli visita. Ha poi cercato di uccidersi per via della decisione dei suoi genitori[5]

Suo fratello, Theo, ebbe successo nell'amore, e quando Theo si fidanzò con la sua amante, Vincent divenne così ubriaco che il suo compagno di stanza artista dovette trasferirsi.

Autolesionismo[modifica]

Vincent, poiché la sua salute mentale si stava deteriorando, una volta corse per strada con un rasoio. Si tagliò il lobo dell'orecchio con il rasoio e lo presentò alla sua prostituta locale preferita, che poi svenne scioccata.

Ospedalizzazione[modifica]

Subito dopo il matrimonio del fratello, Vincent fu ricoverato in un ospedale: Hospital Saint-Rémy

Suicidio[modifica]

6 mesi dopo la nascita del figlio di suo fratello, Vincent si spara al petto mentre cammina per strada. Poi è andato a casa sua a morire dissanguato, ha acceso una pipa una volta arrivato nella sua stanza e si è sdraiato sul letto, e poi è morto.

Note[modifica]