Donne nella scienza

Da Incel Wiki Italiana.
Jump to navigation Jump to search
Le donne tendono a preferire corsi di studio tipo Studi di genere sul femminismo, anziché quelli scientifici... per poi lamentarsi non ci sono donne nei corsi di studio scientifici!

Donne nella scienza è una barzelletta spinta dalle femministe tecnocratiche per aumentare il potere e la rappresentanza femminile nell'IT.

C'è polemica nell'incelosfera su questo, con alcuni incel eccitati dall'idea di avere donne con cui parlare di hobby nerd.

Altri affermano che avere un numero maggiore di donne nei luoghi di lavoro scientifici aumenta le potenziali opportunità di incontri per gli incel. Al contrario, la maggior parte dei tradcon incel è fortemente contraria all'idea.

Le classi scientifiche condivise aiuterebbero gli incel?[modifica]

Studi scientifici mostrano solo una dimensione di lieve effetto per quanto riguarda gli spazi misti che aiutano gli incel.

Sebbene possa corrompere i campi STEM, avere classi miste sembra essere statisticamente più vantaggioso per gli uomini che no, quando si controlla il tempo. Infatti, secondo uno studio di Ivy Wong, gli studenti delle classi dello stesso sesso riferiscono di una successiva esperienza di appuntamenti e di un minor numero di partner rispetto ai membri delle classi miste[1]

tuttavia le dimensioni dell'effetto erano piccole (d = .2) e nella maggior parte delle altre misure dell'attività sessuale non c'erano effetti significativi. Quindi, in altre parole, sì, avere lezioni miste significa più appuntamenti e partner, solo per una quantità molto piccola, e non si sa chi esattamente ne tragga vantaggio.

Uno studio simile di Ivy Wong ha dimostrato che gli studenti delle classi dello stesso sesso riferiscono più ansia nei confronti del sesso opposto rispetto agli studenti delle classi miste, ancora una volta con una dimensione dell'effetto ridotta (d = 0,26). Anche gli uomini delle scuole miste avevano amici più intimi del sesso opposto, con una dimensione dell'effetto moderata (d = .47)[2]

Secondo lo studio Donnelly, alcuni incel segnalano la segregazione di genere sul lavoro e la mancanza di esposizione alle donne in generale come causa del loro celibato, specialmente tra gli incel maschi.[3]

Uno studio su Redditor ha rilevato che la mancanza di esposizione al sesso opposto è la ~ nona causa più comune del loro single e il 4,70% di tutte le risposte (vedi cause di essere incel).

Questi studi mostrano il potenziale per le donne in STEM rispetto agli incels. Tuttavia, non tutti gli incel sono d'accordo, citando l'ipergamia femminile tra le altre cose.

Ingegneria sociale[modifica]

C'è un desiderio ragionevolmente forte nei paesi sviluppati femministi e liberali di portare più donne nei campi STEM. Una tattica è stata quella di consentire a qualsiasi donna con le braccia di intraprendere qualsiasi lavoro tecnico di basso livello, il che, ovviamente, causa problemi. Altre tattiche sono consistite in campagne per incoraggiare le "ragazze che programmano". I fautori includono Karlie Kloss, Hillary Clinton, l'intero Partito Democratico degli Stati Uniti, vari campi di addestramento tecnologico e vari documentari come Code Girl Movie.[4]

Donne come "pioniere" nel campo della scienza[modifica]

Le femministe considerano donne ingegnere come Margaret Hamilton, esempi "potenti" di donne che sono pioniere nella scienza.[5]

Queste femministe di solito non spiegano come questo si applichi a gran parte delle donne. Né le femministe riconoscono che l'ingegneria come l'ingegneria informatica non sia vista come "scoperta", tipo lavoro accademico.[6]

Ma piuttosto, ha più a che fare con preoccupazioni sociali relative e temporanee.


Molte di queste donne spesso ricevevano anche sostanziosi aiuti maschili e patrocinio, o addirittura ricevevano postumo crediti per il lavoro in cui non giocavano un ruolo importante da femministe desiderose, ad esempio, Ada Lovelace, che è spesso considerata la prima programmatrice di computer in storia, è stata probabilmente preceduta dal suo confidente Charles Babbage in questo risultato, e non ci sono prove reali che abbia contribuito in modo sostanziale al lavoro di Babbage in questo senso.[7]

Anche la scienziata senza dubbio più illustre della storia, Marie Curie-Skłodowska (due volte vincitrice del premio Nobel), è apparentemente meno eminente per quanto riguarda le voci dell'enciclopedia e le citazioni accademiche, rispetto a suo marito e collega Pierre Curie, secondo l'autore Charles Murray.[8]

Paesi in via di sviluppo[modifica]

Esistono più donne nella scienza nei paesi in via di sviluppo che nei paesi sviluppati.[9]

Questo è comunemente noto come il paradosso dell'uguaglianza di genere, in cui si vede spesso che paesi più egualitari di genere mostrano un dimorfismo sessuale più forte in una serie di risultati occupazionali, fisiologici e comportamentali rispetto a molti paesi meno egualitari. Ad esempio, Fryer e Levitt (2010) hanno riscontrato un minore divario di genere nei punteggi PISA in matematica nei paesi del Medio Oriente rispetto ai paesi occidentali.[10]

Ciò è visto come probabilmente nato da necessità economiche, e può anche derivare dalla restrizione genitoriale delle scelte di carriera delle donne. Poiché le persone in questi paesi hanno spesso preoccupazioni di sopravvivenza immediata più importanti rispetto ai paesi sviluppati, può rappresentare un buon investimento economico indurre una figlia di talento ad intraprendere un percorso di carriera STEM potenzialmente remunerativo, al contrario delle sciocchezze di tipo "studi femministi intersettoriali" che le ragazze nei paesi sviluppati sono spesso autorizzate a studiare.

Note[modifica]